treni-internazionali.com NOTIZIE FERROVIARIE ITALIA - FRANCIA ITALIA - AUSTRIA
I NOSTRI SPECIALI ITALIA - SVIZZERA ITALIA - SLOVENIA

 
IL "TENDA EXPRESS" dalla Svizzera alla riviera.
 
 
26 APRILE 2007

In questi giorni primaverili quasi estivi, come gią da molti anni, circola sui binari europei un treno speciale chiamato "TENDA EXPRESS". Questa denominazione ci fa capire che questo treno circola sulla linea del col di Tenda , ma la sua origine é ben lontana. Infatti questo é un treno svizzero con vetture FFS (Ferrovie Federali Svizzere).

Il
"TENDA EXPRESS" é partito da Berna il venerdi 20 aprile 2007 nel mattino per arrivare a Taggia vicino a San Remo verso sera. Dopo due notti nella cittą dei fiori, il treno speciale riparte la mattina di domenica 22 aprile 2007 da Ventimiglia per tornare nella capitale svizzera la sera stessa.

Ma i viaggiatori, famiglie o coppie, giovani o pił anziani amatori delle montagne o del mare, non partivano solo per passare due giorni di sole sulla Riviera dei Fiori, ma anche per godersi un viaggio ferroviario fantastico.
L'ANDATA

Il treno parte da Berna in direzione di Lucerna attraversando zone collinari e il lago di Sempacher; dopo Lucerna il paesaggio é coronato da laghi e montagne. ll treno sale grazie alle rampe e alle curve elicoidali. 

A Goschenen
la ferrovia arriva ad una altezza dal mare di 1150m e il treno imbocca il tunnel del Gottardo lungo 15km e innaugurato nel 1881.
All'uscita dal tunnel siamo ad Airolo nella svizzera italiana ad una altezza di 1100m ed inizia la discesa.
La ferrovia discende tutta la valle Levantina fino ad arrivare a Bellinzona.
Il treno lascia la linea principale diretta a Milano, proseguendo verso il Lago Maggiore sulla linea a binario unico verso Luino.

Dopo la stazione nel paese di Magadino inizia lo stupendo paesaggio del Lago Maggiore, che la ferrovia percorrerą fino a Sesto Calende.
Dopo la stazione di Ranzo-Sant'Abbondio si entra in Italia, la prima stazione é Pino-Tronzano in Lombardia che il treno attraversa senza fermarsi.

La prima fermata italiana é a Luino dove avviene il cambio della locomotiva. Si sgancia quella svizzera e si continua il viaggio con una locomotiva di Tranitalia.
Il viaggio continua longo il lago Maggiore passando per Laveno e Ispra. A Sesto Calende il lago diventa fiume, il Ticino viene attraversato dal treno grazie ad un grande ponte metallico che segna l'entrata in Piemonte.

Il treno continua sulla piccola linea secondaria per Novara attraversanto il Parco Naturale del Ticino, fino ad arrivare ad Oleggio e poi nel capoluogo di Novara.
Il treno continua correndo sulla piatta pianura Padana in direzione di Mortara dinuovo in Lombardia. Tra le risaie della Lomellina si entra ancora in Piemonte attraversando il lungo ponte sul Po. Dopo aver percorso una sezione di Monferrato nei pressi di Valenza, il treno attraversa il capoluogo di Alessandria. 

Il viaggio continua in direzione del mare, attraversando gli appennini sulla linea dei Giovi, si arriva in Liguria nella sua capitale, Genova. Dai finestrini del treno iniziano a scorgersi le scogliere, le spiaggie, i piccoli paesi della riviera ligure.

La linea ferroviaria attraversa molti paesi costieri e alcune cittadine come Savona, Albenga, Alassio e Imperia giungendo verso sera a destinazione, nella moderna stazione di Taggia-Arma vicino a San Remo.
< /td>

IL RITORNO

Il treno speciale 
"TENDA EXPRESS" parte dalla stazione internazionale di Ventimiglia in direzione della valle Roia e Cuneo.
A pochi chilometri dalla partenza il paesaggio diventa montagnoso e la linea ferroviaria é sinuosa con curve, gallerie e ponti. Si attraversano alcuni paesi liguri e dopo la stazione di Olivetta-San Michele, il treno entra in francia nel dipartimento delle Alpi Marittime. Il primo paese francese é Breil sur Roya, la sua stazione é importante visto che qui giunge anche la linea da Nizza.

La valle diventa pił aspra e tormentata, la ferrovia utilizza delle curve elicoidali a volte anche in galleria per guadagnare dell'altezza. Il treno attraversa la grande stazione di San Dalmazzo Tenda che fino alla seconda guerra mondiale era la stazione di frontiera italiana. In questa valle le frontiere hanno cambiato molte volte di posizione.
Poco dopo un grande viadotto permette una bella vista dai finestrini del treno sul paese di Tenda, che da il nome al treno, ma anche al colle, al tunnel stradale e alla galleria ferroviaria che poco dopo il treno percorre. Questa galleria, innaugurata nel 1898 e lunga 8km, permette di attraversare le Alpi Marittime ed arrivare in Piemonte a Limone.
Il treno percorre la valle Vermegnana scendendo fino al capoluogo di Cuneo. Da li comincia la Pianura Padana, vengono attraversate le cittadine di Fossano e Savigliano fino ad arrivare nella capitale del Piemonte, Torino.
Il treno si attesta nella stazione di Porta Nuova, viene sganciata la locomotiva diesel D445 di Trenitalia che era in testa al treno da Ventimiglia, e viene posta una locomotiva elettrica in coda.
Si ripate invedendo il senso di marcia sulla linea principale Torino-Milano, che viene percorsa fino a Novara. In quest'ultima cittą avviene ancora un'inversione di marcia, per permettere al treno di dirigersi sulla linea a binario unico per Oleggio.
Si utilizza per pochi chilometri la stessa linea dell'andata tra Novara e Oleggio, ma da quest'ultima cittą invece di proseguire in direzione di Luino e il Ticino, il "TENDA EXPRESS" corre verso Arona e la costa Piemontese del lago Maggiore.
Infatti lo spettacolo é assicurato gią qualche chilometro prima di Arona. Il stupendo Lago Maggiore é in vista da tutti i finestrini. Lo si costeggia per molti chilometri tra Arona, Baveno, Stresa e Verbania. Poco dopo tocca al lago di Mergozzo anche se molto pił piccolo.

Il treno entra nella grande Val d'Ossola giungendo fino alla cittadina di Domodossola. Nella stazione internazionale viene cambiata la locomotiva. Infatti le Ferrovie Federali Svizzera FFS prendono la guida di questo treno speciale.
Si continua il viaggio salendo la valle con l'aiuto di una galleria elicoidale e subito dopo l'ultima stazione italiana di Iselle di Trasquera si imbocca la Galleria del Sempione  lunga quasi 20 km ed innaugurata nel 1905. Questa galleria segna l'entrata in territorio svizzero. La prima cittą é Briga nel cantone del Vallese.
 
Poco dopo la fermata a Briga , il treno ricomincia la salita percorrendo la valle di Lotschen fino a Goppenstain dove ancora una volta viene imboccata una grande galleria. Questa volta é il tunnel di Lotschberg longo 14 km ed innaugurato nel 1906.
All'uscita dal tunnel, il treno percorre la valle di Kander, a Spiez si viaggia lungo il lago di Thun e pochi chilometri dopo
 il treno arriva al capolinea nella capitale svizzera di Berna.

Album fotografico del TENDA EXPRESS

ritorna