Ricerca personalizzata


20 anni di treni tra Italia e Austria
1999-2019 celebriamo la storia del nostro sito

DICEMBRE 2019

Le linee ferroviarie che uniscono l’Italia all’Austria sono tre:
 - la linea del Brennero collega Verona, Trento e Bolzano con Innsbruck e Salisburgo in Austria e Monaco di Baviera in Germania;
 - la linea della Val Pusteria, d’importanza regionale, collega Fortezza con Lienz;
 - la linea di Tarvisio collega Venezia e Udine con Villaco, Klagenfurt, Vienna e Salisburgo.

20 anni fa esistevano ben tre EuroCity a lunghissima percorrenza, due attestati a Roma e diretti a Monaco di Baviera e Vienna ed un Milano - Dortmund.
Gli EuroCity via Brennero hanno collegato e continuano a farlo varie città del nord Italia come Venezia, Bologna e Verona con Monaco di Baviera grazie ad un cadenzamento ogni due ore.
Gli EuroCity via Tarvisio hanno avuto vita più difficile con alti e bassi. Una sola relazione per Vienna è esistita fino al 12 dicembre 2004, da quella data ogni giorno circolavano due EuroCity Venezia - Vienna poi soppressi uno il 14 dicembre 2008 ed il secondo il 13 dicembre 2009. Dopo 4 anni senza treni EuroCity, il 15 dicembre 2013 vede il ritorno della relazione Venezia - Vienna gestita dalle ferrovie austriache OBB
(vedi la notizia). Il 10 dicembre 2017 viene utilizzato il materiale austriaco Railjet e viene creata una seconda coppia Venezia - Vienna (vedi la notizia).

I treni EuroNight che collegavano l’Italia con Monaco di Baviera via Brennero fino al 2007 erano due: uno da Napoli ed uno da Firenze. Dal 2007 al 2016 ne rimane solo uno da Roma ma con sezioni da Venezia e Milano. Dal 2016 i treni notturni per Monaco di Baviera circolano via Tarvisio eccetto l'Espresso settimanale Mosca - Nizza
(vedi lo speciale "La nuova relazione Trans Europea da Mosca a Nizza").

I treni notturni che collegano l’Italia con l’Austria via Tarvisio da 20 anni sono sempre stati due fino al 2016: un Roma - Vienna ed un Venezia - Vienna con sezioni che sono cambiate con il tempo. Da quella data con l'istradamento via Tarvisio della relazione per Monaco di Baviera, sono diventate tre coppie. Ogni estate circola una coppia in più da Livorno a Vienna i fine settimana
(vedi la notizia).

Qui di seguito vi presentiamo la storia di alcuni treni che hanno circolato tra Italia e Austria negli ultimi 20 anni.



Dal 1987,il treno EuroCity 30/31 “Romulus” collegava tutti i giorni Roma con Vienna passando per Firenze, Bologna, Venezia, Villaco e Klagenfurt, il capolinea si effettuava alla stazione Sud della capitale austriaca.
Il viaggio durava 13 ore e 29’ ed il treno era composto da 11 vetture delle FS di 1° e 2° classe ed una carrozza ristorante.
Da Roma a Villaco circolava anche una sezione che continuava verso Salisburgo e Linz composta da tre vetture di 1° e 2° classe delle ferrovie austriache OBB.
Con le due sezioni il treno circolava con ben 14 carrozze
(vedi la scheda orario del 2001).
La relazione è stata sostituita il 10 giugno 2001 con l’EuroCity “Carlo Goldoni” da Venezia a Vienna.



Il treno EuroCity 11/12 “Leonardo da Vinci” nato nel 1987, collega Milano con Dortmund in Germania passando da Verona, Bolzano, Innsbruck in Austria poi continuando in Germania via Monaco di Baviera, Stoccarda e Colonia.
Il viaggio durava 14 ore e 44’ ed il treno era composto da ben 10 vetture delle ferrovie tedesche DB di 1° e 2° classe ed una carrozza ristorante.
Dal 28 maggio 2000 viene limitato al percorso Milano - Monaco di Baviera, poi
il 13 dicembre 2009 passa alla cogestione privata delle ferrovie tedesche DB ed austriache OBB (vedi la scheda orario del 2011). Viene limitato al percorso Verona - Monaco di Baviera dal 11 dicembre 2011 (vedi la notizia).






  


Dal 1989, il treno EuroCity 84/85 “Michelangelo” collegava Roma con Monaco di Baviera in Germania passando da Firenze, Bologna, Verona, Bolzano e Innsbruck in Austria.
Il viaggio durava 10 ore e 25’ ed il treno era composto da 12 vetture delle FS di 1° e 2° classe ed una carrozza ristorante
(vedi la scheda orario del 2008).
Nel giugno del 2008 la relazione viene cambia capolinea italiano, infatti non giunge più a Roma ma da Bologna si dirige a Rimini.
L’anno seguente, il 13 dicembre 2009, il treno viene limitato al percorso Bologna - Monaco di Baviera e passa alla cogestione privata delle ferrovie tedesche DB ed austriache OBB.

  
  


L’EuroNight 286/287 “Capri” collegava Napoli con Monaco di Baviera passando da Roma, Firenze, Bologna e Innsbruck in Austria
(vedi la scheda orario del 2007).
Il viaggio durava 13 ore ed il treno era composto da vetture delle FS di 1° e 2° classe e carrozze letti e cuccette, per un totale di 8 vetture in bassa stagione e ben 13 in alta stagione (per l’orario 2004).
La relazione viene soppressa il 9 dicembre 2007.

  


L’Espresso “Brenner Express” poi promosso in EuroNight 288/289 “Brenner” collegava Firenze con Monaco di Baviera passando per Bologna e Innsbruck in Austria.
Il viaggio durava 8 ore e 44’ ed il treno era composto da vetture delle ferrovie tedesche DB di 2° classe e carrozze letti e cuccette (vedi la scheda orario del 2007).
Da Verona a Monaco di Baviera veniva aggiunta una sezione da Venezia e Padova composta da vetture delle FS di 2° classe, letti e cuccette.
La composizione totale era di 8 vetture in bassa stagione e 11 in alta stagione (per l’orario 2004).
La relazione viene soppressa il 9 dicembre 2007.

    
   


Da dicembre 2007 viene creato un solo EuroNight 484/485 "Lupus" che collega Roma con Monaco di Baviera, passando per Firenze, Bologna e Innsbruck in Austria
(vedi la notizia).
Il viaggio durava 11 ore e 26’ ed il treno era composto da vetture delle ferrovie tedesche DB con posti a sedere di 2° classe, carrozze letti e cuccette ed un ristorante/bar (vedi la scheda orario del 2016).
A Verona veniva aggiunta una sezione da Venezia a Monaco di Baviera denominata “Pictor”, composta da vetture delle delle ferrovie tedesche DB con posti a sedere di 2° classe, letti e cuccette (vedi la scheda orario del 2012).
La composizione totale era di 9 vetture in bassa stagione e 11 in alta stagione (per l’orario 2011).
Nel dicembre 2012, la sezione Venezia - Monaco di Baviera viene dirottata via Tarvisio, in compenso viene creata una nuova sezione da Milano a Monaco di Baviera denominata “Apus”
(vedi la notizia) (vedi la scheda orario del 2016).
Dal 11 dicembre 2016 la relazione viene soppressa, il collegamento notturno con Monaco di Baviera si effettua via Tarvisio (vedi la notizia).
 


   

L’EuroNight “San Marco” collegava Venezia con Vienna passando da Udine e Klagenfurt in Austria.
Il viaggio durava 9 ore e 38’ ed il treno era composto da vetture delle ferrovie austriache OBB con posti a sedere di 2° classe e carrozze letti e cuccette, per un totale di 6 vetture in bassa stagione e ben 9 in alta stagione (per l’orario 2004).
Il treno cambia denominazione nel dicembre del 2004 in “Don Giovanni” viene dirottato da Villaco via Salisburgo e Linz con arrivo alla stazione West di Vienna, il viaggio durava 11 ore e 23’
(vedi la scheda orario del 2011).
Nel 2005 viene aggiunta una sezione diretta da Venezia a Praga che circola fino a dicembre 2008 (vedi la notizia). In quel periodo la composizione era la seguente: 5 vetture delle ferrovie austriache OBB con posti a sedere di 2° classe e carrozze letti e cuccette per la sezione Venezia - Vienna e 2 carrozze cuccette di 2° classe delle FS per la sezione Venezia - Praga, per un totale di 7 vetture (per l’orario 2008).
Il 9 dicembre 2012 cambia ancora denominazione in “Venezia-Vienna Express”.
Dal 11 dicembre 2016 entra a far parte della marca di treni notturni delle ferrovie austriache OBB chiamata Nightjet e circola da Venezia a Salisburgo con una sezione diretta per Monaco di Baviera.


  

L’EuroNight “Remus” collegava Roma con Vienna passando da Firenze, Bologna e Klagenfurt in Austria.
Il viaggio durava 12 ore e 52’ ed il treno era composto da vetture delle FS con posti a sedere di 2° classe e carrozze letti e cuccette.
Da Venezia veniva aggiunta la sezione da Milano e Verona composta da due carrozze FS letti e cuccette. La composizione totale era di 6 vetture in bassa stagione e ben 12 in alta stagione (per l’orario 2004).
La relazione cambia denominazione nel 2004 in “Tosca” e la composizione prevede anche una carrozza ristorante
(vedi la scheda orario del 2013).
Dal 11 dicembre 2016 entra a far parte della marca di treni notturni delle ferrovie austriache OBB chiamata Nightjet e circola da Roma a Villaco con una sezione diretta per Monaco di Baviera e da Villaco a Vienna con una sezione diretta da Milano a Vienna.



   
Speciale 20 anni
Ritorna