treni-internazionali.com NOTIZIE FERROVIARIE ITALIA - FRANCIA ITALIA - AUSTRIA
I NOSTRI SPECIALI ITALIA - SVIZZERA ITALIA - SLOVENIA

 
Ex-Jugoslavia, il ritorno !!!
Ricominciano le relazioni ferroviarie tra i paesi dell'Ex-Jugoslavia.
   
 
2002
Ebbene si, dopo parecchi anni di guerra, e la situazione non è ancora stabile in Kossovo e Macedonia, le relazioni ferroviarie cominciano a rinascere!
 
ASSE NORD-SUD CROAZIA-SERBIA:
Una timida apertura fra Croazia e Serbia avvenne nel 1998, con la riabilitazione della linea Zagabria - Belgrado e più esattamente tra le stazioni di Tovarnik (Croazia) e Sid (Serbia). Le prime relazioni cominciarono a circolare e da allora le cose si stanno accelerando. Con ogni cambio orario si scoprono nuove relazioni, nuovi itinerari! Questa linea era la base dell'asse NORD-SUD della ex-Jugoslavia; univa Lubiana-Zagabria-Belgrado-Nis-Skopje (1036 km), dalla Slovenia alla Macedonia.
Con il cambio orario 2001, viene istituita una relazione che percorre integralmente questo percorso come all'epoca della Jugoslavia unita. Viene denominato "OHRID EXPRESS" e unisce Ljubljana a Bitola, sud di Skopje (Macedonia), con sezione diretta a Thessalonica (Grecia). La denominazione deriva dal lago Ohrid (Ohrid ezero) cha fa da frontiera tra la Macedonia e l'Albanie vicino alla cittadina di Bitola. La linea ferroviaria da questa città prosegue in Grecia, transito secondario dopo la linea diretta Skopje - Thessalonica via Gevgelja-Idomeni.
I treni che percorrono la ferrovia Zagabria - Belgrado sono ormai molti, quasi si direbbe traffico cadenzato ogni due ore! Tra le relazioni importanti: Belgrado-Venezia, Monaco-Belgrado e Belgrado-Zurigo.
 
CROAZIA-BOSNIA:
Le relazioni tra i due paesi si erano fermate nel lontano 1991 quando la guerra prese d'assalto tutto e tutti! Nella stazione di Sarajevo, per nostalgia o forse per ricordo c'è ancora attaccato al muro l'orario estivo 1991, dove venivano indicati treni rapidi per molte città dell'allora Jugoslavia ed i treni internazionali soprattutto per la Germania.
Dopo la fine della guerra nel 1996 circa, le relazioni non ripresero, non per problemi politici ma per veri problemi tecnici; la maggiorparte della rete è fuori servizio: ponti, Tunnel, elettrificazione...
La prima linea a rinascere è stata quella che univa la capitale bosniaca, Sarajevo alla costa croata, Ploce (a binario unico ed elettrificata) passando per le piccole città di Konijc, Jablanica e il grande centro di Mostar.
Questa linea è come molte in Bosnia, molto interessante dal punto di vista naturalistico, soprattutto l'arrivo in stazione di Konijc; la città si trova nel fondo valle e la linea sbuca in alto della valle e per raggiungere la città la linea effettua tre volte lo stesso tratto di valle su tre livelli diversi.
La relazione Sarajevo - Zagabria è rinata solo nel 2001, ovvero dieci anni sono passati dai numerosi treni che circolavano fra le due città. Il percorso è effettuato in 9 ore e 39' circa, da un solo treno diretto, composto da 4/5 carrozze miste delle ferrovie croate (HZ) o serbo-bosniache tra cui una vettura buffet. I 496 km della relazione erano elettrificati, ma ora le rete è in parte distrutta, e proprio per questo la locomotiva deve essere cambiata spesso visto al cambio di trazione. I tratti sono:
1-Sarajevo-Doboj: locomotiva diesel delle ferrovie Croato-Bosniache;
2-Doboj-Dobrijin(parte bosniaca della frontiera bosniaco-croata): locomotiva elettrica delle ferrovie Serbo-Bosniache;
3-Dobrijin-Volinja(parte croata della frontiera bosniaco-croata): locomotiva diesel ex-ferrovie Jugoslave ora senza logo;
4-Volinja-Zagabria: locomotiva elettrica delle ferrovie croate.
Ormai da alcuni anni viene indicato sugli orari Croati e Ungheresi una relazione diretta Budapest-Sarajevo via Beli Manastir-Osijek-Vinkovci-Samac ma non si sapeva se veniva veramente effettuata.
Dal 30 settembre 2001 pare che finalmete il transito a Samac (frontiera Bosniaco-Croata) sia stato aperto e che non solo la relazione Sarajevo-Budapest possa in fine circolare, ma anche una nuova relazione diurna tra Banja Luka e Belgrado via Doboj-Samac-Vinkovci-Sid.

Speriamo per la riapertura di tutte queste linee che hanno sofferto le pene della guerra, per un ritorno alla normalità!

Orari dei nuovi treni:

¸ TRENO NUMERO DENOMINAZIONE
EXP 1390/391 SARAJEVO-PLOCE BOSNA EXPRESS
EXP 396/397 SARAJEVO-ZAGREB  
EXPN 410/411 BITOLA-LJUBLJANA OHRID EXPRESS

       
ritorna